Bannon, ex consigliere di Trump, sta esaminando il caso per il processo e non ha chiamato testimoni

WASHINGTON (Reuters) – La difesa nel processo a Steve Bannon ha interrotto la sua argomentazione giovedì senza chiamare testimoni e ha chiesto a un giudice di assolvere il consigliere dell’ex presidente Donald Trump per oltraggio alle accuse del Congresso per aver sfidato una citazione del comitato investigativo lo scorso anno. L’attacco al Campidoglio degli Stati Uniti.

Bannon, 68 anni, si è dichiarato non colpevole di due reati minori dopo che una citazione del comitato ristretto della Camera che richiedeva testimonianze e documenti come parte delle sue indagini è stata respinta il 6 gennaio 2021 dai sostenitori di Trump che hanno cercato di invertire la sua sconfitta nelle elezioni del 2020.

Il giorno dopo che l’accusa aveva archiviato il caso, dopo aver chiamato solo due testimoni nel corso di due giorni, David Schoen, uno degli avvocati di Bannon, ha detto al giudice del tribunale distrettuale degli Stati Uniti Carl Nichols che la difesa non avrebbe fornito testimonianza. Le deliberazioni conclusive di entrambe le parti dovrebbero iniziare venerdì e la giuria dovrebbe iniziare le deliberazioni in quel momento.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Evan Corcoran, uno degli avvocati difensori di Bannon, ha presentato una mozione chiedendo a Nichols di assolvere Bannon, affermando che i querelanti non sono riusciti a dimostrare il loro caso, un’affermazione che l’accusa ha respinto. Leggi di più

“Chiediamo alla corte di accogliere la nostra richiesta per un verdetto di assoluzione. Il governo ha risolto il suo caso e non ha fornito prove su cui qualsiasi persona ragionevole potrebbe trovare oltre ogni ragionevole dubbio che il signor Bannon sia colpevole di disprezzo del Congresso”, ha detto Corcoran il giudice.

READ  Gli elettori del Qatar pesano sulle prime elezioni legislative | Notizie elettorali

È normale che gli avvocati difensori presentino tali istanze alla fine di un processo. Raramente vengono dati.

“Il governo ha fornito prove sufficienti”, ha detto al giudice il procuratore Amanda Vaughn.

Ha anche detto a Schoen Nichols che “siamo stati gravemente ostacolati dalla nostra capacità di presentare una difesa” a causa di alcune delle sentenze preliminari del giudice che limitano il tipo di argomentazioni che Bannon può fare a una giuria. Nichols ha risposto che alcune delle sue sentenze erano vincolate da un precedente legale che “non credo siano corrette”.

Schoen ha detto che Bannon ha scelto di non testimoniare al processo a causa delle restrizioni imposte alla difesa dal giudice. A Bannon è stato impedito di dire che credeva che le sue comunicazioni con Trump fossero soggette a un principio legale chiamato privilegio esecutivo che poteva mantenere segrete alcune comunicazioni presidenziali. Ha anche impedito a Nichols Bannon di dire di aver fatto affidamento sulla consulenza legale di un avvocato nel suo rifiuto di conformarsi.

Bannon ha parlato solo una volta durante il processo. “Sì, vostro onore”, ha detto, quando Nichols ha chiesto se era d’accordo a non testimoniare.

La sua difesa principale era che riteneva che le date di citazione fossero flessibili e soggette a negoziazione tra il suo avvocato e il comitato. I suoi avvocati hanno anche affermato che la loro difesa è stata ostacolata dalla loro incapacità di convocare i membri del comitato della Camera a testimoniare.

Christine Amerling, un membro anziano del comitato, ha testimoniato mercoledì che Bannon ha ignorato due scadenze per la citazione, non ha richiesto alcuna proroga e ha offerto un motivo non valido per contestarlo, un’affermazione di Trump che include una dottrina legale chiamata privilegio esecutivo che può mantenere le comunicazioni presidenziali segreto certo. .

READ  L'Ucraina ha detto che un secondo hotel e centro commerciale è stato colpito mentre la Russia ha lanciato missili ipersonici su Odessa

La Corcoran ha detto al giudice giovedì che, sebbene Amirling abbia testimoniato che le date di convocazione erano rigide, non è stata in grado di spiegare perché o chi ha scelto quelle date.

“Un giurato ragionevole non è riuscito a scoprire che il signor Bannon si è rifiutato di rispettare le date che ora sappiamo essere aperte – erano instabili”, ha detto Corcoran al giudice.

I sostenitori di Trump hanno preso d’assalto il Campidoglio e hanno attaccato la polizia nel tentativo fallito di impedire la ratifica ufficiale del Congresso della sua perdita nelle elezioni del 2020 contro il democratico Joe Biden, che Trump ha falsamente affermato essere il risultato di brogli elettorali diffusi. Bannon è stato un consigliere chiave della campagna presidenziale di Trump del 2016, poi nel 2017 è stato capo stratega alla Casa Bianca.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Segnalazione di Sarah N. Lynch) Montaggio di Will Dunham

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x