Conor Gallagher: Mi sento ancora parte del Chelsea ma non ho ancora pensato al mio futuro

Gallagher, 22 anni, ha goduto di un’impressionante campagna al Palace e la scorsa settimana ha seguito le orme di artisti del calibro di Harry Kane e Declan Rice vincendo il premio Young Player of the Year ai London Football Awards.

Il centrocampista ha esordito in nazionale inglese a novembre e da tempo si prevedeva che tornerà allo Stamford Bridge in estate, anche se i rigori per Roman Abramovich hanno gettato nell’incertezza la posizione del Chelsea.

Parlando la scorsa settimana, dopo aver ritirato il premio al Camden Roundhouse, Gallagher ha detto che non poteva sopportare di pensare al suo futuro mentre il Palace continua a lottare per un posto in campionato e lottare per vincere la FA Cup.

“Il Chelsea mi ha parlato e mi sta guardando”, ha detto a Standard Sport. Hanno uno staff in prestito che monitora tutti i giocatori in prestito, quindi tutti si sentono come se fossero ancora parte del club.

“Mi parlano, dicono cosa pensano che tu possa migliorare o cosa hai fatto bene, quindi sono molto fortunato ad avere il Chelsea.

“Non ho pensato affatto al mio futuro. Prendo ogni partita come viene, quindi non ho pensato molto ai miei progressi.

“Penso che siamo nella fase in cui siamo in questa stagione e dove Palace come squadra non possiamo portarti, sappiamo che stiamo guardando molto lontano nel futuro. Abbiamo avuto una fine molto importante per la stagione in cui ora siamo ai quarti di finale di FA Cup e dobbiamo prendere anche i punti, che è una cosa molto importante”.

Gallagher ha vinto la sua prima presenza con l’Inghilterra come sostituto nel primo tempo nella vittoria per 10-0 su San Marino a novembre e spera di essere nominato nella rosa di Gareth Southgate il 17 marzo in vista delle amichevoli contro Svizzera e Costa d’Avorio.

READ  Giocatori più giocati del 2020: Donnarumma terzo e Lukaku tra i primi dieci | notizia
Federcalcio tramite Getty Images

“Non avrei mai immaginato che sarebbe successo così presto”, ha detto. “Quindi avere l’opportunità e Gareth Southgate di mostrare la sua fiducia in me è stato fantastico, è stato un momento molto orgoglioso e orgoglioso per me e la mia famiglia, ma è solo un cappello a due, quindi spero che sia solo l’inizio.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x