Gli astronomi stanno riunendo 64 dei più potenti telescopi del mondo per aiutare a mappare la struttura dell’universo

Credito immagine: Osservatorio di radioastronomia sudafricano (SARAO)

Un team internazionale di astronomi ha sfruttato per la prima volta la potenza di 64 televisori wireless per ottenere firme di gas idrogeno deboli su scala biologicamente neutra.

L’impresa è stata raggiunta utilizzando il telescopio MeerKAT con sede in Sud Africa, un precursore della stazione radio più grande del mondo, l’Osservatorio SKA (SKAO), che cercherà lo spazio con informazioni senza precedenti.

Lo scopo principale di SKAO è comprendere l’evoluzione dell’universo, il suo contenuto e i meccanismi che guidano la sua rapida espansione. Un modo per raggiungere questo obiettivo è guardare la struttura dell’universo su larga scala. In queste misurazioni, tutte le galassie possono essere considerate punti singoli. L’analisi della loro distribuzione rivela indicazioni sulla natura della gravità e condizioni misteriose come date nere e forze oscure.

I radiotelescopi sono uno strumento eccellente in quanto possono rilevare la radiazione a lunghezze d’onda di 21 cm prodotta dall’idrogeno neutro, che è abbondante nell’universo. Analizzando le mappe 3D dell’idrogeno che coprono milioni di anni luce, studiamo la distribuzione complessiva della materia nell’universo.

SKAO, con sede a Jodrell Bank, Cheshire, è attualmente in costruzione. Tuttavia, ci sono già telescopi Pathfinder, come il MeerKAT con 64 ciotole, che rientrano nella direzione del loro design. Con sede nel deserto del Karoo e ospitato dal South African Radio Astronomy Observatory (Sarao), Meerkat alla fine continuerà a far parte dell’intero SKAO.

MeerKAT e SKAO fungeranno principalmente da interferometri, combinando una serie di navi in ​​un gigantesco telescopio in grado di registrare telescopi ad alta risoluzione. Tuttavia, l’interferometro non sarà abbastanza sensibile su larga scala per i meravigliosi astronomi dell’universo”. consentire loro di mappare la vasta distesa di spazio necessaria per la cosmologia. .

READ  L'uovo fossile sorprendentemente ben conservato mostra il legame tra dinosauri e uccelli

Il team One Meal System è gestito dall’Università del Capo Occidentale e molte idee sono state sviluppate con MeerKAT. Questo duro lavoro include molte altre istituzioni in quattro continenti. In un nuovo studio presentato per la pubblicazione, un team di astronomi di Manchester Stephen Cannington, Laura Walls e Keith Gring hanno fatto le prime scoperte cosmiche utilizzando questo processo a pasto unico.

Il telescopio ottico anglo-australiano ha identificato la tecnica di scoperta della cointegrazione tra le mappe MeerKAT e la posizione della galassia. Poiché è noto che queste galassie seguono la storia dell’universo dell’universo, la forte correlazione statistica tra mappe radio e galassie indica che il telescopio Meerkat riceve una grande struttura cosmica. Questa è la prima volta che una tale scoperta viene fatta utilizzando una serie di navi che fungono da telescopi individuali. L’intera SKAO dipenderà da questo processo, e questo rappresenta un’importante pietra miliare nella tabella di marcia per la cosmologia e lo stato della scienza SKAO.

“Questi risultati sono stati ottenuti con dati di test del conducente limitati”, ha rivelato Stephen Cannington. “È incoraggiante pensare a ciò che sarà raggiunto mentre MeerKAT continua a cercare cose più grandi.

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x