I pazienti renali hanno maggiori probabilità di ammalarsi di cancro

Un nuovo studio ha scoperto che i pazienti con malattie renali possono avere maggiori probabilità di sviluppare il cancro e possono avere maggiori probabilità di morire di cancro.

Lo studio, pubblicato sull’American Journal of Nephrology, ha indicato che i pazienti con malattia renale cronica (CKD) possono avere maggiori probabilità di sviluppare il cancro e che la malattia renale cronica può anche essere associata a peggiori esiti del cancro.

“L’incidenza del cancro nel contesto della malattia renale è significativa. Gli autori, tra cui Abhijat Kechlow dell’Università di Toronto, hanno affermato che i rischi di cancro sono aumentati nei casi di malattia renale cronica da lieve a moderata e tra i trapiantati, ma non nel rene avanzato patologia.

La mortalità correlata al cancro era significativamente più alta tra i pazienti con malattie renali, in particolare carcinoma uroteliale e mieloma. Hanno aggiunto che sono necessarie strategie per rilevare e gestire questi tumori nella popolazione con malattie renali croniche”.

Per lo studio, i ricercatori hanno coinvolto 5.882.388 persone che avevano dati sulla velocità di filtrazione glomerulare stimata (eGFR), che stavano ricevendo dialisi di mantenimento o che avevano ricevuto un trapianto di rene (2007-2016).

Hanno quindi esaminato il rischio dei pazienti di sviluppare il cancro e morire di cancro.

I ricercatori hanno scoperto che i pazienti con malattia renale da lieve a moderata che ricevono un trapianto di rene hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro rispetto ai pazienti con funzionalità renale normale.

I pazienti con malattie renali avevano maggiori probabilità di morire di cancro rispetto ai pazienti con funzionalità renale normale, in particolare per tumori come vescica, reni e mieloma multiplo.

READ  "Cannibal" sta arrivando dal sole, ma niente panico: potresti vedere l'aurora boreale

20220409-142606

Giustina Rizzo

"Appassionato di musica. Giocatore. Professionista dell'alcol. Lettore professionista. Studioso del web."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x