L’Irlanda U-20 fa nove cambi per affrontare l’Italia

Sei Nazioni Under 20: Irlanda vs Italia

Di partenza: mercoledì 14:00. Posto: Parco delle armi di Cardiff. in tv: Trasmesso in diretta su RTÉ2.

Il tasso di logoramento fisico nella sconfitta per 24-15 dell’Irlanda contro l’Inghilterra è stato fenomenale, quindi non sorprende che l’allenatore irlandese Richie Murphy abbia apportato nove modifiche alla squadra titolare nella quarta partita della sua squadra al Campionato Sei Nazioni U-20.

Il centro Shane Jennings, l’ala aperta Oisin McCormack, il capitano e numero otto Alex Kendelin e il sostituto del pilone allentato Jack Boyle sono stati tutti rimossi per le valutazioni degli infortuni alla testa (HIA) durante la partita e solo quest’ultimo duo è arrivato in servizio a Cardiff questo pomeriggio.

L’eccezionale Kindlin guiderà la squadra per la quarta volta, ma passa alla maglia numero sette per accogliere la promozione del compagno di squadra del Manchester City Daniel Okeke. Non è l’unico a fare i turni, Alexis Soroka passa dalla seconda elementare al lato cieco. Gli altri sopravvissuti nel gruppo del gioco inglese sono Sam Illo e Harry Sheridan.

Murphy ha mantenuto solo due back line backer dall’ultimo giorno, il mediano di mischia Nathan Dock e il linebacker Jimmy Osborne. Il trio dell’Ulster Conor Rankin, Judd Postlethwaite e Ben Carson è partito dall’inizio, così come l’ala dei Bristol Bears Chai Mullins. James Humphreys è tornato in forma dopo aver subito un infortunio al viso contro la Scozia.

L’Università di Nottingham, Liam Bishop e il Tyrenor College metteranno KO la prostituta Levi Vaughan nel Round 26 per la prima volta.

L’Italia, che ha perso 25-8 contro il Galles nella partita di apertura, avrebbe dovuto battere la Francia ma ha subito una deludente sconfitta per 13-11 prima di battere la Scozia 43-3 l’ultima volta. C’è solo un cambiamento in questa squadra giovanile con Luca Rizzoli che entra in supporto. Nel girone ci sono alcuni giocatori di rilievo e il difensore centrale Tommaso Minoncello è molto apprezzato.

READ  Jacob Kiplimo vince ancora in Italia - tour settimanale

All’ottavo posto ci sono anche nomi noti Lorenzo Cannon e il subentrato Skrmalf Alessando Garbessi, fratelli minori rispettivamente dei massimi internazionali Nicolo e Paolo. Questa è una buona squadra italiana il cui grafico delle prestazioni è aumentato con il progredire del torneo, giocando con un senso di avventura ed esposizione, oltre a possedere virtù più tradizionali.

Se vince l’Irlanda, sarà migliore di chi ha battuto Scozia e Galles, visto il numero di cambi e la qualità del contendente.

Irlanda: J Osborne (Leinster); C. Rankin (Ulster), J. Postlethwaite (Ulster), B. Carson (Ulster), C. Mullins (Bristol Bears); C Humphreys (Ulster), En Duac (Ulster); G Saunderson (Ulster), E de Buitléar (Connacht) e S Illo (Leinster); M Morrissey (Leinster), H. Sheridan (Ulster); Soroka (Leinster), A Kindlin (Mostro, Capitano), De Okeke (Mostro).

Alternative: R Loughnane (Leinster), J Boyle (Leinster), L Bishop (Università di Nottingham), F O’Donoghue (Munster), J Kelleher (Munster), C McKee (Ulster), C Forde (Connacht), J O’Connor ( Leinster), R Crowthers (Ulster), L. Vaughan (Leinster), P. Muxham (Ulster).

Italia: per costruttore; F. Vaccari, T. Menoncello, F. Drago, S. Jesse; L. Marin, M. Albanese; L Rizzoli, T.D. Bartolomeo, I. Nicolae; J Ferrari, N. Pintella; L Andreani (capt), R Vintcent, L Cannone.

Alternative: M Baldelli, M Spagnolo, M Hassa, F Boschchetti, J Cendez, A Garbissi, M Ferrarin, F Schiabel, A Angelon, J Marocini, M Brigetti.

Celestino Traglia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x