Standard & Poor’s afferma che la società italiana Saipem non affronta il rischio di liquidità a breve termine

Il logo Saipem appare sul ponte della nave di perforazione in acque profonde Saipem 10000 nel porto di Genova, Italia, 19 novembre 2015. Foto scattata il 19 novembre 2015. REUTERS/Alessandro Garofalo/File Photo

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

MILANO (Reuters) – L’italiana Saipem non sta attualmente affrontando una crisi di liquidità e dovrebbe rispettare la scadenza per il rimborso del bond di aprile, ha affermato l’agenzia di rating Standard & Poor’s, mentre corre per elaborare un piano di salvataggio.

Il gruppo Energy Services ha scioccato gli investitori la scorsa settimana quando ha avvertito che avrebbe segnalato una perdita nel 2021 di oltre un terzo delle sue azioni, costringendolo ad agire per colmare il divario.

Ha accusato 1 miliardo di euro (1,15 miliardi di dollari) per il superamento dei costi di progetti, tra cui un parco eolico offshore in Scozia e contratti di ingegneria e costruzione sulla spiaggia.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“Riteniamo che rimborseranno o rifinanzieranno le obbligazioni da 500 milioni di euro (in scadenza il 5 aprile)… non causerà una stretta creditizia”, ​​ha detto a Reuters Edward Okasma, analista di Standard & Poor’s, in un’intervista telefonica.

Dopo l’avviso sugli utili, S&P ha declassato la società a “BB-” da “BB” e ha avvertito che potrebbe declassare ulteriormente nei prossimi 90 giorni.

A fine settembre Saipem disponeva di 2 miliardi di euro in contanti, di cui 700 milioni immediatamente disponibili.

Fonti hanno affermato che la società sta esaminando l’arretrato per vedere se ci sono più contratti fastidiosi come un parco eolico.

READ  Borsa Italiana, Commento alla sessione odierna (23 dicembre 2020)

“Comprendiamo che non ci sono sforamenti significativi dei costi di questa portata in altri progetti… ma vogliamo capire se ci sono ulteriori sviluppi negativi”, ha detto Okasma.

L’avviso sugli utili di Saipem ha anche fatto crollare le sue obbligazioni, che ha sollevato i timori degli investitori per il denaro vincolato in cinque obbligazioni per un totale di 2,5 miliardi di euro, con i primi 500 milioni di euro in scadenza il 5 aprile.

Saipem, controllata dal gruppo energetico Eni e dall’istituto di credito statale CDP, dispone inoltre di una linea di credito revolving di 1 miliardo di euro, non utilizzata a fine settembre, oltre a diversi finanziamenti bancari.

Il gruppo ha affermato la scorsa settimana che, data l’entità delle perdite, le banche potrebbero richiedere il rimborso anticipato dei prestiti a meno che non vengano concesse esenzioni specifiche.

“Comprendiamo che ci sono alcune concessioni che sono state concesse dalle banche alla fine dell’anno. Queste deroghe devono essere concesse di nuovo nel 2022”, ha affermato Okasma.

Le perdite per eccesso di Saipem significano che nell’intero anno la società rischia di violare i covenants di finanziamento con banche il cui indebitamento netto non deve superare 3,5 volte gli utili sottostanti.

Okasma afferma che è probabile che la società rimanga al di sopra di quella metrica alla fine del 2022, anche se ciò dipende dal supporto che ha ricevuto dai suoi azionisti principali.

Saipem è in trattative con Eni e CDP per un pacchetto di finanziamento che secondo le fonti potrebbe includere un aumento di capitale di oltre un miliardo di euro.

“Presumiamo ancora che gli azionisti saranno di supporto”, ha detto Okasma.

READ  Lo Sputnik V inizierà presto la produzione in Serbia, Iran e Italia - affari ed economia

Eni possiede il 30,5% di Saipem mentre CDP possiede il 12,55%.

(1 dollaro = 0,8732 euro)

(1 dollaro = 0,8729 euro)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Reportage di Francesca Landini e Stephen Jewkes; Montaggio di John Stonestreet

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x