― Advertisement ―

spot_img
HomesportSuccessi e mancanze nelle qualificazioni a Euro 2024: Bukayo Saka eroe del...

Successi e mancanze nelle qualificazioni a Euro 2024: Bukayo Saka eroe del triplete mentre l’Inghilterra vince alla grande ma le sconfitte consecutive lasciano il Galles vacillante | notizie di calcio

Inoltre: Ivan Ferguson impressiona la Repubblica d’Irlanda mentre l’Irlanda del Nord subisce una devastante sconfitta contro il Kazakistan nelle qualificazioni agli Europei…


10:33, Regno Unito, martedì 20 giugno 2023

La sexy Saka è in cima alla fantastica stagione


immagine:
L’inglese Bukayo Saka ha segnato la sua prima tripletta contro la Macedonia del Nord

Alla fine di una stagione di maratona, alla sua 58esima presenza con club e nazionale, Bukayo Saka ha fornito senza dubbio la sua migliore prestazione, segnando la sua prima tripletta per un club senior e facendolo in uno stile sbalorditivo.

I suoi gol incarnavano la spietata efficienza che il 21enne ha aggiunto al suo gioco. Per la prima volta una curva brusca e un finale devastante all’angolo. Per la seconda volta, uno sforzo migliore, ha minacciato a casa da fuori area su passaggio di Trent Alexander-Arnold.

Quei colpi hanno sottolineato la propensione di Saka per le prestazioni straordinarie e la sua finezza con la palla, ma il terzo gol è stato tutto basato sulla compostezza quando ha agganciato il passaggio di Harry Kane e ha segnato a casa con l’inconfondibile compostezza di un giocatore più anziano.

È, in parte, la sua età che rende una prestazione come questa, sia per il suo paese che per il suo club, così emozionante. In questa stagione, Saka ha raggiunto la doppia cifra sia per i gol che per gli assist per l’Arsenal, diventando allo stesso tempo uno dei giocatori più importanti di Gareth Southgate.

Davvero, però, è solo l’inizio. La sua intervista televisiva post-partita è stata un promemoria del suo fascino fanciullesco e del fatto che, tre mesi dopo il suo 22esimo compleanno, un giocatore di livello mondiale sarebbe migliorato.
Nick Wright

Che differenza fa ogni anno, ma i prossimi 12 mesi saranno enormi per Southgate e l’Inghilterra

Contrasto e confronto. L’Inghilterra ha chiuso 4-0 la scorsa stagione – o dovrebbe essere un’umiliazione? – dall’Ungheria. I sostenitori all’interno di Molineux hanno cantato per chiedere il licenziamento di Gareth Southgate. Dodici mesi dopo, l’allenatore dell’Inghilterra ei suoi giocatori hanno festeggiato il loro 7-0 contro la Macedonia con i tifosi all’Old Trafford.

È stato uno spettacolo che ha messo in mostra tutto il potenziale offensivo di questo talentuoso gruppo di giocatori e ha messo l’Inghilterra sulla buona strada per un posto a Euro 2024 in Germania. Southgate si dirigerà verso la sua pausa estiva con un umore molto migliore questa volta.

READ  L'Italia arretra dopo l'umiltà della Spagna, ma non emerge

Ma non c’è modo di sfuggire alla pressione e alle aspettative che cresceranno nei prossimi 12 mesi con l’avvicinarsi del prossimo grande torneo. La Coppa del Mondo dello scorso inverno – e la fin troppo familiare uscita nei quarti di finale contro la Francia – sembrava un’occasione persa. L’Inghilterra non può permettersi il passaggio successivo.

Il centrocampista Phil Foden riflette sulla clamorosa vittoria contro la Macedonia del Nord

L’imminente Euro è destinato a essere il torneo che alla fine definirà l’eredità di Southgate e della maggior parte di questa generazione di giocatori sulla scena internazionale.

Se possono prendere gli aspetti positivi delle ultime due partite di qualificazione contro Macedonia del Nord e Malta e applicarli ai test più difficili, i tifosi hanno ragione a essere fiduciosi e prevedibili. Ma proprio come quel caos estivo sulla terra d’Ungheria non ha dettato quello che è successo in Qatar, questo eventuale boom nel 2023/24 è solo un trampolino di lancio verso la prossima estate.

Ci sono ancora domande a cui rispondere, dalle combinazioni di centrocampo a come superare tatticamente i migliori allenatori del gioco. Almeno sono sfide che ora possono essere affrontate con una mentalità positiva.
Pietro Smith

La qualificazione del Galles spera di andare alla deriva nel Mar Nero


immagine:
Wells è stato meritatamente battuto a Türkiye

La qualificazione automatica della Germania sfugge alle dita di Robert Page. Dopo la serie di sconfitte dello scorso giugno, il Galles ha vinto solo una delle ultime 12 partite in tutte le competizioni, mentre ha perso quattro delle ultime cinque partite in trasferta.

Al Galles sarebbe quasi certamente garantito un posto per gli spareggi tramite il seeding della Nations League, ma le carenze dimostrate nella sconfitta finale per 2-0 di lunedì contro la Turchia erano in lavorazione e la FA gallese deve ora decidere se Page è la soluzione migliore. L’uomo giusto per trovare le soluzioni necessarie.

Umut Neyer e Arda Guler hanno segnato i loro primi gol con la Turchia dopo essere entrati dalla panchina, mentre Paige non ha avuto molto spazio di manovra dopo l’espulsione piuttosto violenta di Joe Morel.

READ  Mini 3 porte, 5 porte, convertibile per un lifting e altro ancora per il 2022

Il giocatore del Galles è stato espulso per due partite consecutive dopo Kieffer Moore contro l’Armenia. Dato il previsto periodo di transizione dopo il ritiro, tra gli altri, di Gareth Bale, non poteva arrivare in un momento più difficile per Page, che ancora una volta non è riuscito a superare la fragilità difensiva esposta venerdì scorso dalla squadra numero 97 del mondo.


immagine:
Joe Morrell è stato espulso per una sfida spericolata

Ben Kabanjo è stato convocato al posto di Brennan Johnson per necessità mentre tornava a un blocco basso di cinque uomini. Era un segnale per i loro avversari che un pareggio era l’apice della loro ambizione. Il calcio di punizione di Harry Wilson avrebbe potuto garantire una vittoria inaspettata e, nonostante l’eroismo del rigore di Danny Ward, il rigore finale sembrava inevitabile.

ha detto l’ex attaccante Rob Earnshaw Sky Sport: “Questa si è rivelata una vittoria obbligata perché l’Armenia ha battuto la Lettonia per fare pressione su di loro. Onestamente, non ho visto il Galles reagire. Questa è la parte preoccupante. Lascia loro molto da cui imparare. Questo è un Galles davvero pessimo campo.”

L’ex nazionale del Galles Robert Earnshaw ha risposto al primo gol della Turchia in una partita di qualificazione agli Europei

“Quando ero nella squadra che ha preso il posto di Gary Speeds e Chris Colemans, sono stati apportati dei cambiamenti perché dovevamo migliorare. Al momento faccio fatica a vedere dove possiamo migliorare perché il nostro gioco è così simile e noi’ vengo punito per questo.

“Page ha invitato i suoi giocatori a fare una prestazione di cui i tifosi possono essere orgogliosi e loro non l’hanno fatto. È un 2-0 che avrebbe potuto essere un 3-0 o un 4-0. In difesa, il Galles sembra molto aperto”.

Non ci sono state reazioni al disastro dell’Armenia. Le speranze di qualificazione del Galles per Euro 2024 sono seriamente compromesse. A Samsun, storica città portuale sul Mar Nero, queste aspirazioni sono soffocate senza lasciare traccia.
Ben Motivi

Ferguson e Johnston forniscono l’ispirazione irlandese tanto necessaria


immagine:
Ivan Ferguson e Michael Johnston festeggiano durante la vittoria per 3-0 dell’Irlanda su Gibilterra

Stephen Kenny deve essere stato molto grato di vedere Gibilterra accanto nella lista degli incontri della Repubblica d’Irlanda, viste le sconfitte consecutive subite dalla sua squadra all’inizio delle qualificazioni a Euro 2024.

READ  Come si confrontano Max Verstappen e Red Bull con i grandi della Formula 1?

La visita di Gibilterra è quanto di più vicino possibile a un regalo nel calcio internazionale, dato che hanno perso tutte le partite di qualificazione in cui hanno giocato, rendendo un po’ curiosa la decisione di Kenny di schierare tre difensori centrali.

L’Irlanda è stata fiacca nel primo tempo, ma all’allenatore va il merito di aver ammesso il suo errore nel primo tempo e la sensazionale prestazione di Michael Johnston nella ripresa.

E l’ala, che ha trascorso la stagione in prestito al club portoghese del Vitoria Guimaraes dal Celtic e ha cambiato squadra dalla Scozia all’inizio di quest’anno, ha portato un po’ di scintilla necessaria alla prestazione precedentemente fiacca dell’Irlanda.

Anche Ivan Ferguson è stato impressionante, guidando efficacemente la linea e assicurandosi di concludere la sua stagione stellare con un altro gol meritato.

L’Irlanda potrebbe essere fuori dal Gruppo B e Kenny dovrà fare di più che guidare la sua squadra alla vittoria su Gibilterra per convincere i dubbiosi che è la persona giusta per guidare il suo paese, ma Ferguson e Johnston devono dare speranza ai suoi tifosi. futuro.
Joe Shred

L’Irlanda del Nord spera di essere appesa a un filo


immagine:
L’Irlanda del Nord ha subito la terza sconfitta nelle qualificazioni a UEFA Euro 2024 per mano del Kazakistan

L’Irlanda del Nord ha sviluppato una reputazione per aver superato il suo peso sulla scena internazionale. La loro apparizione a Euro 2016 era basata su di essa. Ma quella reputazione sta diminuendo.

Il ritorno di Michael O’Neill al posto caldo della nazionale avrebbe dovuto annunciare un ritorno resiliente dell’Irlanda del Nord, ma non sono stati all’altezza di queste aspettative e, di conseguenza, le loro speranze per Euro 2024 sono state sospese.

I tifosi in attesa sono arrivati ​​al Windsor Park per la partita di qualificazione di lunedì contro il Kazakistan, 50 posizioni dietro di loro nella classifica FIFA, ma hanno ricevuto un resoconto che fa riflettere sui recenti progressi dell’Irlanda del Nord, o meno.

Mentre il Kazakistan si è assicurato una terza vittoria nelle partite del Gruppo H per consolidare la sua pretesa di presenza in un torneo senior, l’Irlanda del Nord ha assaporato la terza sconfitta stagionale, con l’unica vittoria arrivata contro San Marino.

I fischi che circondavano Windsor Park mentre suonava il fischio a tempo pieno raccontavano la propria storia, la consapevolezza che un altro campionato potrebbe essere già passato all’esercito biancoverde.
Jack Wilkinson