Zaghari-Ratcliffe emette un’altra pena detentiva in Iran | Notizie carcerarie

Un cittadino britannico di origine iraniana, che aveva già trascorso cinque anni in prigione, è stato condannato a un ulteriore anno dopo essere stato riconosciuto colpevole di “propaganda”.

Nazanin Zaghari-Ratcliffe è stato condannato a un altro anno di prigione in Iran, uno sviluppo che ha scatenato una reazione immediata da parte del primo ministro britannico Boris Johnson.

Lunedì, ha detto il suo avvocato, un tribunale rivoluzionario iraniano ha condannato una donna britannico-iraniana di 43 anni a un anno di prigione dopo essere stata giudicata colpevole di attività di propaganda contro il governo iraniano.

Aveva già scontato una pena detentiva di cinque anni in Iran dopo aver trascorso quattro anni in una prigione della capitale, Teheran, prima di essere rilasciata agli arresti domiciliari nel marzo 2020 durante la pandemia di coronavirus.

“Nazanin Zaghari è stata condannata a un anno di prigione e gli è stato vietato di lasciare il paese per un anno con l’accusa di propaganda contro la Repubblica islamica”, ha detto al sito di notizie di estensione il suo avvocato, Hajjah Karmani.

Kermani ha detto che farà ricorso contro la nuova sentenza entro 21 giorni, come previsto dalla legge iraniana.

Le nuove accuse riguardano la presunta partecipazione di Zaghari-Ratcliffe a una protesta davanti all’ambasciata iraniana a Londra nel 2009.

La famiglia Zaghari-Ratcliffe ei colleghi della Thomson Reuters Foundation (TRF) hanno negato le accuse contro di loro.

Zaghari Ratcliffe, un project manager della TRF, è stato arrestato in un aeroporto di Teheran nell’aprile 2016 e successivamente condannato per aver complottato per rovesciare l’establishment religioso del paese – un’accusa che lei, i suoi sostenitori e i gruppi per i diritti negano.

READ  Le contee dell'Arizona trovano meno di 200 potenziali casi di frode elettorale su 3 milioni di schede elettorali 2020 | Arizona

La sua precedente condanna è recentemente scaduta, facendo sperare in un suo ritorno nel Regno Unito. Ma dopo essere stata rilasciata dagli arresti domiciliari il mese scorso, le è stato immediatamente ordinato di tornare in tribunale per affrontare le nuove accuse di pubblicità.

Johnson, il cui governo ha fatto pressioni su Teheran per rilasciare Zaghari-Ratcliffe e consentirle di tornare, ha criticato la decisione del Tribunale rivoluzionario.

“Non credo sia affatto giusto che Nazanin debba essere condannato a più tempo in prigione”, ha detto Johnson ai giornalisti.

Ha aggiunto che la Gran Bretagna stava lavorando con gli Stati Uniti sulla questione della doppia nazionalità imprigionata in Iran.

Anche il ministro degli Esteri britannico Dominic Raab ha parlato in questo caso, descrivendo la sentenza del tribunale iraniano come “inumana e del tutto ingiustificata”.

“Continuiamo a chiedere all’Iran di rilasciare immediatamente Nazanin in modo che possa tornare dalla sua famiglia nel Regno Unito”, ha detto in una dichiarazione.

I media statali iraniani non hanno riconosciuto immediatamente la sentenza.

Controversia di lunga data

Lo sviluppo arriva quando Iran e Regno Unito hanno continuato una lunga disputa sulla vendita di armi negli anni ’70 e tra i negoziati in corso a Vienna sull’accordo nucleare in frantumi che la Repubblica islamica ha concluso con le potenze mondiali.

Il Regno Unito è parte dell’accordo del 2015, che Iran e paesi europei vogliono rilanciare dopo il ritiro degli Stati Uniti nel 2018.

L’Iran non riconosce la doppia cittadinanza, quindi detenuti come Zaghari-Ratcliffe non possono ricevere assistenza consolare.

E i gruppi per i diritti umani accusano l’Iran di portare la doppia nazionalità come merce di scambio di denaro o di influenzare i negoziati con l’Occidente, cosa che Teheran nega.

READ  Animali indesiderati: il pesce rosso gigante appare nei corsi d'acqua del Minnesota

Il corrispondente di Al Jazeera Paul Brennan ha detto che c’erano “molte speculazioni e sospetti” sul caso Zaghari-Ratcliffe.

“Perché è lì?” [in Iran]”Ci sono molte storie diverse”, ha detto Brennan. Richard Ratcliffe, suo marito, ha detto che le credeva [Zaghari-Ratcliffe] Il governo iraniano lo sta usando come tattica negoziale “.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x