Gli scienziati stanno scoprendo la causa di un’attività inspiegabile su Marte

Per secoli dopo Galileo Fatte le prime osservazioni di Marte Nel 1610, il pianeta apparve agli occhi della Terra come un pianeta calmo, polveroso e alla fine morto.

Ma negli ultimi 50 anni gli scienziati sono stati inviati molte volte Navicella spaziale Per monitorare da vicino il Pianeta Rosso, il rilevamento di Marte è estremamente importante Energico Il pianeta, costantemente lacerato Attività geologica E strappato Canali sotterranei.

Una delle prove di questa attività è il fatto che il paesaggio di Marte è regolarmente soggetto a una qualche forma di disastro naturale che, qui sulla Terra, ha il potere di livellare le città e bloccare le strade: le frane.

Finché sappiamo che si verifica su Marte, anche gli scienziati non sanno perché. Ma un nuovo studio potrebbe aver rivelato perché questa caratteristica simile alla Terra si verifica anche su Marte sotto la superficie del pianeta. I risultati hanno importanti implicazioni per le future missioni umane nell’esplorazione di Marte.

Il uno studio È stato pubblicato mercoledì sulla rivista La scienza avanza.

Sviluppo delle caratteristiche RSL nel cratere Palikir su Marte visto dalla HiRISE Camera in 6 occasioni durante gli anni di Marte 29-30.NASA / Jet Propulsion Laboratory / Università dell’Arizona

Ecco lo sfondo Nel settembre 2018 la NASA Mars Reconnaissance Orbiter Uno scorcio di quella che sembrava essere una recente frana in un cratere vicino a una regione del pianeta chiamata Nili Fossae.

Le frane si sono formate da grandi quantità di roccia e terreno che si muovono in discesa a velocità fino a 360 chilometri all’ora, estendendosi per più di decine di chilometri.

READ  La NASA condivide l'abbagliante nebulosa che aiuta a creare la prossima generazione di stelle

Tuttavia, gli scienziati non erano sicuri di cosa avesse causato le frane.

Frane in un cratere vicino a Nili Fusai su Marte.Credito: NASA / UofA HiRiseteam / MRO

Cosa c’è di nuovo – Janice BishopLa ricercatrice SETI e autrice principale del nuovo studio, stava studiando gli insoliti processi chimici che si verificano sotto il ghiaccio dell’Antartide quando ha notato una strana somiglianza con Marte.

“L’Antartide è un ambiente freddo e secco come Marte”, afferma Bishop. inverso.

“Così abbiamo iniziato a cercare anche altri isotopi, per cercare di capire questa chimica”.

Bishop e il suo team hanno studiato il Mar Morto in Israele e il Salar de Pagonales nel deserto di Atacama, oltre a condurre esperimenti in laboratorio, per ottenere maggiori informazioni su ciò che potrebbe accadere su Marte per causare cambiamenti alla topografia del pianeta.

Attraverso le loro osservazioni, hanno scoperto che alcuni sali chimici interagiscono con il gesso, o le acque sotterranee, e questo provoca disturbi sulla superficie, inclusi smottamenti e smottamenti.

“I sali di cloro sono molto lucidi”, spiega Bishop, “assorbono molta acqua come una spugna e diventano liquidi”. Questo è simile a un processo familiare del pavimento che puoi vedere nella tua cucina, dice.

“Se lasci la gelatina di sale, assorbe l’acqua e diventa appiccicosa.”

Allo stesso modo, il sale di cloro e solfato presente nelle acque sotterranee ghiacciate sotto la superficie di Marte crea un fango instabile e simile a un liquido che causa disturbi alla superficie terrestre.

Un’immagine di una crosta marziana analoga dopo un esperimento di idratazione con solfato blu secco sulla superficie e solfato rosa umido sotto.Janice Bishop, City Institute

Questo stesso processo potrebbe anche aver causato frane sulla Terra milioni di anni fa. Tuttavia, da allora, il nostro pianeta è stato ricoperto di oceani e piante che hanno ricoperto la sua superficie, il che ci ha impedito di osservare i segni lasciati dai primi processi sul pianeta.

READ  Uno studio afferma che l'antico pianeta super-Terra esiste da miliardi di anni nello "spesso disco" della nostra galassia

Perché studiamo Marte?

“Penso che Marte sia davvero interessante perché è una specie di finestra sulle nostre origini sulla Terra all’inizio”, afferma Bishop. “Sul nostro pianeta, la vita è decollata e abbiamo piante e batteri, e abbiamo autostrade e strade, ma su Marte puoi vedere le rocce e il pianeta non è inquinato da tutte le cose che abbiamo qui, quindi puoi vedere la sua storia”.

Marte potrebbe essere un pianeta arido e desolato oggi, ma gli scienziati ritengono che potrebbe aver avuto un inizio simile sulla Terra, a partire da un mondo caldo e umido. Tuttavia, il pianeta ha perso gradualmente la sua atmosfera nel tempo.

“L’evoluzione del pianeta è stata come congelata nel tempo, e non è stato così perché avrebbe potuto essere come la Terra, ma c’erano molte somiglianze”, dice Bishop.

Cosa poi – Il nuovo studio indica che l’interno di Marte contiene molte più prove della storia e dell’evoluzione del pianeta di quanto gli scienziati pensassero in precedenza.

Bishop suggerisce che maggiori sforzi dovrebbero essere concentrati sulla perforazione sotto la superficie di Marte.

“Finora abbiamo visto solo il tetto”, dice Bishop.

Agenzia della NASA Rover Mars Hanno punzecchiato le rocce e l’agenzia spaziale Missione di approfondimento, Chi stava cercando di scavare nel pianeta rosso, di recente lo ha chiamato smettere. Tuttavia, l’Agenzia spaziale europea sta arrivando La missione di ExoMarsIl lancio è previsto per il 2022 e perforerà due metri sotto la superficie.

Da lì, Bishop spera di ottenere una migliore comprensione dei processi che avvengono sotto la superficie.

“Capire i processi su Marte ci aiuta a capire cosa è successo sulla Terra da quando la nostra storia è stata cancellata”, dice.

Astratto: Su Marte, le caratteristiche del flusso stagionale di Marte noto come Repetitive Slope Line (RSL) sono punteggiate sui pendii rivolti verso il Sole e sono associate ai sali. Sulla Terra, le interazioni sotterranee del gesso con i cloruri e i sali di ossicloro stanno causando il caos: agitazione delle acque reflue, crolli di caverne, flusso di detriti e ascesa. Qui, dimostriamo (1) il potenziale distruttivo delle reazioni di cloruro di solfato in esperimenti di crosta del suolo in laboratorio, (2) la formazione di film sottili da una miscela di acqua ghiacciata liquida “fanghiglia” a una temperatura compresa tra -40 ° e -20 ° C sui grani salati analoghi di Marte, (3) come le miscele di solfato e sali di cloro influenzano la loro solubilità in ambienti a bassa temperatura e (4) come queste soluzioni saline possono contribuire alla formazione di RSL su Marte. I nostri risultati dimostrano che le reazioni di solfato e sali di cloro in terreni a grana fine su Marte possono assorbire acqua, espandersi e cadere, causare cedimenti, formazione di croste, interruzioni della superficie e alla fine portare a smottamenti dopo che la polvere è stata caricata su queste superfici instabili .

READ  Il Giappone sta sviluppando satelliti in legno per inviarli in orbita entro il 2023

Giustina Rizzo

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x