È previsto il cibo caldo d’emergenza per sollevare il morale degli sfollati in caso di catastrofe

È previsto il cibo caldo d’emergenza per sollevare il morale degli sfollati in caso di catastrofe

Si stanno implementando progetti per fornire deliziosi pasti caldi per aiutare ad alleviare la disperazione delle persone nei momenti peggiori della loro vita.

Attualmente, a seguito di disastri naturali, polpette di riso, prodotti da forno dolci, pasti acquistati al supermercato e altri articoli vengono solitamente distribuiti freddi agli sfollati nei rifugi.

Nella speranza di cambiare questa tradizione, l’iniziativa TKB48 ha organizzato un evento presso il centro commerciale Ginza Six di Tokyo il 1 settembre, Giornata per la prevenzione dei disastri.

Fino a 50 visitatori che hanno ordinato delle bevande possono assaggiare i pasti di emergenza.

Un uomo di 32 anni ha assaggiato un pasto a base di pollo di alta qualità che utilizzava in modo efficace riso cotto ed essiccato.

“Questo è delizioso”, ha detto. “È davvero cibo d’emergenza?”

Il menu del programma è composto da tre piatti: riso fritto con pollo ricoperto, insalata Cobb e zuppa di verdure.

Le ricette sono state sviluppate da Ryosuke Kurabayashi, 52 anni, capo chef del vicino ristorante Shiseido Parlour.

I pasti possono essere preparati con ingredienti che rimangono nei frigoriferi per due giorni dopo che si è verificato un disastro.

Per risparmiare carburante durante queste emergenze, il calore deve essere applicato solo brevemente al cibo.

Il periodo di due giorni è importante perché la Disaster Shelter and Refugee Life Association organizza servizi igienici e cucine, nonché letti, da consegnare ai centri di evacuazione entro 48 ore dal disastro.

Yoshihiro Mizutani, 52 anni, direttore esecutivo dell’associazione, ha avviato l’iniziativa TKB48 nel 2017 dopo aver osservato in prima persona gli sforzi di soccorso in Italia nel 2012.

READ  Il primo ministro Justin Trudeau spinge per un'azione concreta per il clima al Major Economies Forum

Secondo Mizutani, i camion delle cucine, che includono chef professionisti e chef che si offrono volontari per aiutare gli sfollati, vengono trasportati nei rifugi entro 48 ore in caso di disastri naturali in Italia.

Vengono preparati pasti diversi per colazione, pranzo e cena e ogni volta viene servito più di un piatto. Ha sottolineato che all’interno dei centri di soccorso sono stati assegnati degli spazi per la mensa in modo che gli sfollati possano mangiare insieme ad altri.

Mizutani ha affermato che il denaro dei contribuenti copre il sistema italiano.

In Giappone, insalate, onigiri, pane bento e altri prodotti “prodotti in fabbrica” ​​vengono spesso forniti come cibo di emergenza.

Mizutani ha visto pane dolce distribuito in un centro di evacuazione per quattro mesi. Ha anche notato un cartello che invitava gli sfollati a “bere zuppa di noodle istantanea” perché lo scarico del liquido potrebbe danneggiare il sistema fognario.

I piatti caldi vengono talvolta preparati da cuochi volontari in Giappone, ma spesso si limitano al curry o al maiale e alla zuppa di miso vegetariana.

“Il vero nemico dei sopravvissuti è la disperazione”, ha detto Mizutani. “Pasti caldi e deliziosi, insieme a servizi igienici e letti, sono essenziali per proteggere le vittime dalla disperazione”.

Tuttavia, Mizutani ha affermato che città, paesi e villaggi in Giappone forniscono livelli molto diversi di aiuti di emergenza, poiché non esiste ancora un meccanismo unificato a livello nazionale.

Imparare dall’Italia

Alcuni gruppi di operatori di camion di cibo hanno iniziato a collaborare con i governi locali per offrire le loro specialità commestibili in situazioni di emergenza.

La Ehime Kitchen Car Association è composta da 64 operatori di camion di cibo e dal 2019 ha firmato partenariati di cooperazione di emergenza con sette città e paesi della prefettura di Ehime, tra cui Matsuyama e Imabari.

READ  I fondi per l'Ucraina colpita dalla crisi sono in cima all'agenda del G7; L'inflazione, il cibo una preoccupazione

Mellow Inc, fornitore dell’app Shop Stop che fornisce informazioni dettagliate sui ristoranti ambulanti nelle vicinanze, ha introdotto una “squadra di emergenza di camion di cibo” nel 2019.

Ha raggiunto accordi con Saitama Ward, Toyonaka Ward nella prefettura di Osaka, Setagaya Ward a Tokyo e Munakata Ward nella prefettura di Fukuoka per inviare veicoli attrezzati da cucina dai suoi 2.700 operatori registrati ai rifugi di emergenza.

La sfida rimanente è che i ristoranti membri ottengano le licenze per operare nelle aree designate. Senza licenza, i food truck non possono distribuire i pasti nemmeno nelle zone colpite.

“Il nostro software non è riuscito a raggiungere il suo pieno potenziale, mentre gli operatori commerciali sono ansiosi di fare del loro meglio”, ha affermato un rappresentante di Mellow. “Vorremmo che il sistema diventasse un po’ più flessibile.”

Metodi di cottura di base per i pasti di emergenza

Riso al pollo con riso cotto essiccato (inviato da GINZA SIX Retail Management Co.)

Ingredienti principali per riso al pollo (per 4 persone)

(a) 20 g di burro, 150 g di coscia di pollo, 100 g di cipolla tritata, 100 g di funghi bolliti a fette; (b) 100 grammi di ketchup, 15 grammi di concentrato di pomodoro, un po’ di sale e pepe; 400 grammi di riso cotto secco, 800 ml di acqua, 20 grammi di parmigiano, un po’ di prezzemolo.

1. Sciogliere il burro in una padella per friggere (A).

2. Aggiungere (B), riso e 400 ml di acqua. Mescolatelo e fatelo bollire.

3. Aggiungere i restanti 400 ml di acqua e spegnere il fornello. Mettete il coperchio e fate cuocere a vapore per 15 minuti.

4. Aggiungere il parmigiano e mescolare. Cospargere il prezzemolo tritato.

Secondo Kurabayashi, il riso al pollo che utilizza riso reidratato può essere reso tenero aggiungendo più acqua di quella indicata sull’etichetta. L’aggiunta di burro nel processo aiuta anche il pasto a diventare molto più gustoso. Anche aggiungere un po’ di salsa di soia per finire funziona bene.

READ  Standard & Poor's afferma che la società italiana Saipem non affronta il rischio di liquidità a breve termine

* * *

20231018-Food-6-L
Insalata Cobb (fornita da GINZA SIX Retail Management Co.)

Ingredienti principali per un’insalata Cobb (per 4 persone)

1 coscia di pollo o petto di pollo, 2 cucchiai di sale koji (shio koji), 2 uova sode, 1 avocado, 1 pomodoro, 2 cetrioli, 1 lattuga, 4 cucchiai di maionese, 2 cucchiai di ketchup, un po’ di salsa di ostriche, succo di limone e miele.

1. Taglia il pollo, aggiungi sale e mettilo in un sacchetto di plastica ermetico.

2. Fai bollire l’acqua nella pentola, quindi spegni il fuoco e lasciala cuocere per 3 minuti.

3. Metti il ​​pollo in un sacchetto di plastica in acqua calda finché non sarà cotto dopo 30 minuti.

4. Raffreddare il pollo e tagliarlo a pezzetti. Tagliate a pezzetti anche le verdure e le uova sode.

5. Metti e mescola le spezie e gli altri ingredienti nella ciotola. Disporre l’insalata sulle foglie di lattuga prima di servire.

Il pollo viene cotto in un sacchetto con chiusura lampo a bassa temperatura. Le interruzioni di corrente durante le emergenze possono causare lo scongelamento della carne congelata e di altri ingredienti. Anche la carne di maiale e di manzo scongelata può essere utilizzata in questo modo. Friggere è più semplice ma la carne fritta diventa dura una volta raffreddata. Secondo Kurabayashi, i salumi a bassa temperatura rimangono deliziosi anche dopo che si sono raffreddati.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x