Formula E Notizie | Norman Natto porterà il numero 17 in onore del pilota di Formula 1 caduto Jules Bianchi

Il pilota del campionato mondiale di Formula E Norman Natto ha rivelato un tributo speciale alla defunta Julie Bianchi.

I cittadini della Francia e della NATO e Bianchi sono cresciuti insieme correndo.

La NATO, che correrà con Nissan nel 2023, ha rivelato che sfoggerà la numero 17 portata da Bianchi Formula 1.

Stan Sport è l’unico posto dove guardare il campionato del mondo di Formula E 2023. Tutti gli eventi sono trasmessi in streaming senza pubblicità, dal vivo e on demand

Il numero è stato ritirato in seguito alla morte di Bianchi dopo essere caduto in un lungo coma a seguito di un incidente al Gran Premio del Giappone.

Bianchi, 24 anni, è stato investito da un trattore fermo che stava recuperando l’auto incidentata di Adrian Sutil.

In condizioni di bagnato, Bianchi è scivolato fuori pista e si è catapultato sotto il trattore. Il suo casco è entrato in contatto con il veicolo di soccorso, facendolo perdere i sensi.

Leggi di più: Una battaglia in tribunale incombe sui 20 anni di squalifica del rugby league

leggi di più: Il campione della Coppa del Mondo spiega la sua controversa azione post-partita

Leggi di più: Siebold ammette di “rimpiangere” il passo “sbagliato” nel National Reconstruction Act

Nove mesi dopo, morì per le ferite riportate nell’incidente.

È stata la prima vittima in Formula 1 dalla morte di Ayrton Senna durante il Gran Premio di San Marino del 1994.

“Felice e orgoglioso di correre con la Formula E n. 17”, ha scritto la NATO.

“Questo numero significa molto per me, ho iniziato nel karting e ho vinto campionati con 17.

Anche Jules ha corso in Formula 1 con questo numero che per me lo rende ancora più speciale.

“Non vedo l’ora di iniziare.”

Il padre di Bianchi ha risposto alla notizia con un cuore emoji nei commenti del post Nato.

Bianchi ha disputato 34 Gran Premi, tutti con la Marussia.

Come parte della Ferrari Driver Academy, è stato pubblicizzato come una futura star della Formula 1.

All’indomani della sua morte, fu sviluppato un dispositivo protettivo per la testa che chiamò “aureola”.

La Formula 1 ha debuttato con la tecnologia che da allora è stata adottata per le lezioni di nutrizione.

IndyCar ha il proprio parabrezza ibrido e un sistema di alone chiamato parabrezza.

Per una dose giornaliera delle migliori ultime notizie e contenuti esclusivi dal vasto mondo dello sport, iscriviti alla nostra newsletter tramite Clicca qui

READ  Harry Kane ammette che è bello essere tra i Re d'Inghilterra con Charlton e Rooney solo per vincere

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x