Francia, Germania e Belgio segnalano i primi casi di virus del vaiolo delle scimmie | notizie sulla salute

La malattia è già stata rilevata in alcune parti dell’Africa in Australia, in molti paesi europei e in Nord America.

Francia, Belgio e Germania hanno segnalato i loro primi casi di vaiolo delle scimmie e si sono uniti all’Australia, a diversi paesi europei e al Nord America per scoprire la malattia che è endemica in alcune parti dell’Africa.

Le autorità sanitarie francesi hanno dichiarato venerdì che il vaiolo delle scimmie è stato identificato in un uomo di 29 anni nella regione dell’Ile-de-France, che comprende Parigi, che non era tornato di recente da un paese in cui il virus si sta diffondendo.

Separatamente, l’Istituto di microbiologia delle forze armate tedesche ha affermato di aver confermato la presenza del virus in un paziente che aveva lesioni cutanee, un sintomo della malattia.

E in Belgio, il microbiologo Emmanuel Andre ha confermato in un tweet su Twitter che il laboratorio dell’Università di Leuven ha confermato i secondi due casi nel Paese, di un uomo del Brabante fiammingo.

Con l’aumento del numero di casi rilevati in molti paesi europei, l’agenzia sanitaria tedesca Robert Koch Institute ha esortato le persone che tornano dall’Africa occidentale a consultare rapidamente i loro medici se notano cambiamenti nella loro pelle.

Di solito non è fatale

La malattia rara, che di solito non è fatale, si presenta spesso con febbre, dolori muscolari, linfonodi ingrossati, brividi, affaticamento e un’eruzione cutanea simile alla varicella sulle mani e sul viso.

Il virus può essere trasmesso attraverso il contatto con lesioni cutanee e goccioline di una persona infetta, nonché attraverso oggetti condivisi come lenzuola e asciugamani.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha affermato che sta studiando da vicino il problema e in particolare che alcuni casi nel Regno Unito sembrano essere passati all’interno della comunità LGBT.

READ  Le donne vincono la maggioranza dei seggi alle elezioni islandesi | Notizie elettorali

Casi di vaiolo delle scimmie sono stati rilevati anche in Italia, Portogallo, Spagna e Svezia, nonché in Australia, Stati Uniti e Canada, facendo temere un focolaio della malattia – solitamente concentrata nell’Africa centrale e occidentale -.

Il vaiolo delle scimmie viene solitamente eliminato dopo due o quattro settimane, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x