I leader del Galles stanno esplorando di nuovo le partite al Principality Stadium

I capi del calcio gallese sono pronti a esplorare ancora una volta l’idea di giocare allo stadio del principato.

Il Galles ha giocato solo una volta nel castello di rugby da 74.500 posti dal 2011: un’amichevole di alto profilo contro l’ex campione europeo e mondiale della Spagna nell’ottobre 2018.

Lo stadio da 33.280 posti di Cardiff City ha dimostrato di essere una base popolare e di successo per la squadra nazionale maschile negli ultimi dieci anni, con il Galles che si è qualificato per le finali del campionato europeo nel 2016 e nel 2020.

“Abbiamo un accordo con Cardiff City e tutti amano andarci”, ha detto all’agenzia di stampa palestinese l’amministratore delegato della Wales Football Association, Noel Money.

“Ma parleremo già con la Welsh Rugby Union alla fine della prossima settimana. Sicuramente stiamo discutendo con loro.

“Solo per essere sicuri che se dovesse succedere una partita, per qualsiasi motivo, Cardiff City non fosse disponibile.

“O se c’è una sensazione molto reale che la gente voglia andare allo stadio dell’emirato”.

Dal 2000 al 2009, l’allora Millennium Stadium è stata la sede semi-permanente del calcio gallese.

Il Galles ha riempito il campo nei primi anni quando ha battuto squadre del calibro di Germania e Italia e vantava le più alte presenze in tutta Europa.

Ma la folla è diminuita mentre la squadra ha lottato e lo stadio di Cardiff City, molto più piccolo, è stato considerato una misura migliore per la squadra nazionale.

L’anno prossimo, il Galles affronterà un playoff della Coppa del Mondo a marzo, così come partite magiche a giugno e settembre dopo essere stato promosso in prima divisione della Nations League.

READ  I fan possono guardare la Norvegia (A) solo su SKY o NOW TV - News

Il sorteggio per la Nations League 2022-23 si svolgerà a dicembre e il Galles potrebbe attirare grandi folle se accoppiato con l’Inghilterra, la Francia campione del mondo e l’Italia campione d’Europa.

Sulla possibilità di spostare le partite al Principato, Mooney ha aggiunto: “È qualcosa che possiamo fare bene. Perché no?”

Mooney è entrato a far parte della FAW a luglio dopo aver trascorso 10 anni alla UEFA, più recentemente come responsabile dello sviluppo strategico della UEFA.

L’irlandese afferma di aver parlato “brevemente” con il manager del Galles Ryan Giggs, in congedo dal novembre 2020.

Giggs è accusato di aver aggredito due donne e di aver controllato il comportamento coercitivo e dovrebbe comparire per il processo a gennaio. L’ex stella del Manchester United e del Galles ha negato le accuse.

Mooney ha detto: “Ho parlato con Ryan per un po’ quando mi sono unito. Ha un contratto con noi e abbiamo avuto una telefonata interessante.

“Stiamo solo aspettando. È un processo. Stiamo aspettando di vedere come andrà a finire.”

Robert Page, che era un membro del team Giggs, è in carica da 11 mesi.

Ha guidato Big Wales agli ottavi di Euro 2020 alla fine dell’estate e ha supervisionato la campagna di qualificazione alla Coppa del Mondo 2022.

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x