Il padre del deputato britannico sospettato di omicidio “scioccato”

LEAG-ON-SEA, Inghilterra – Il padre di un uomo che è stato arrestato per l’accoltellamento fatale di un deputato britannico durante un incontro con gli elettori locali ha detto ai media britannici di essere rimasto scioccato e “scioccato” dall’arresto di suo figlio, mentre la polizia continua interrogarlo, l’indagato secondo le leggi sul terrorismo.

Secondo il Sunday Times, Harbi Ali Klan, ex consigliere del primo ministro somalo, ha affermato di essere stato visitato dalla polizia antiterrorismo.

“Sono così scioccato”, ha detto, “questo non è qualcosa che mi aspettavo o nemmeno sognato”.

Le autorità britanniche non hanno rilasciato il nome del sospettato nell’uccisione del deputato conservatore David Amis, 69 anni, venerdì, ma i media britannici hanno riferito che il sospettato era Ali Harbi Ali, 25 anni, ritenuto un cittadino britannico di origine somala.

Ames, un legislatore di lunga data, è stato pugnalato più volte durante un regolare incontro con i suoi elettori in una chiesa a Les-on-Sea, una città a circa 40 miglia (62 chilometri) a est di Londra.

La Metropolitan Police ha descritto l’attacco come terrorismo e ha detto che le prime indagini hanno indicato un “possibile movente legato all’estremismo islamico”, senza fornire dettagli.

Non è chiaro quale fosse, se del caso, la relazione del sospettato con Ames.

La polizia ha avuto più tempo per interrogare il sospettato, che è stato arrestato con l’accusa di omicidio, ma deve ancora essere accusato.

La BBC e altri hanno riferito che il sospetto è stato riferito a un programma del governo volto a impedire alle persone di sostenere l’estremismo alcuni anni fa, ma ha affermato che non era un argomento ufficiale di interesse per i servizi di sicurezza.

READ  Biden e Harris rilasciano dichiarazioni dei redditi che rivelano entrate e donazioni | Donald Trump News

Molti nella località balneare di Leigh-on-Sea depongono fiori in onore di Ames, un padre di cinque figli che presta servizio in Parlamento dal 1983 ed è stato nominato cavaliere dalla regina Elisabetta II nel 2015.

Domenica prossima è prevista una messa in chiesa in città. Nel nord di Londra, la polizia che indagava sull’omicidio ha continuato a perquisire un appartamento e un altro indirizzo, mentre gli agenti facevano la guardia all’esterno.

L’omicidio di venerdì ha rinnovato la preoccupazione per i rischi che i politici stanno assumendo nel corso del loro lavoro. L’attacco è avvenuto cinque anni dopo che la deputata laburista Jo Cox è stata assassinata da un estremista di estrema destra nel suo collegio elettorale del West Yorkshire.

Il ministro degli Interni Priti Patel ha dichiarato domenica che i funzionari stanno rivedendo gli accordi di sicurezza per i legislatori e le misure prese in considerazione includono la protezione della polizia durante gli incontri regolari, noti come “interventi chirurgici”, tra i legislatori e i loro elettori.

Ma Patel ha aggiunto che non crede che l’uccisione di Ames dovrebbe cambiare il rapporto tra i legislatori e i loro elettori.

“Questo non dovrebbe mai interrompere questo legame tra un rappresentante eletto, il suo ruolo democratico, la sua responsabilità e il suo dovere nei confronti delle persone che lo hanno eletto”, ha detto domenica a Sky News.

Lindsay Hoyle, presidente della Camera dei Comuni, ha affermato che sta lavorando a stretto contatto con il Ministero degli Interni e la polizia per identificare modi per migliorare la sicurezza dei legislatori. Ma ha detto, come Patel, “non dobbiamo nasconderci”.

“L’essenza dell’essere un parlamentare è l’aiuto e la conoscenza dei nostri critici. Sono le persone che ci hanno eletto per rappresentarli, quindi sicuramente metterci a loro disposizione è la pietra angolare della nostra democrazia?” Hoyle ha scritto sull’Observer e Mail sui giornali della domenica.

READ  Un leader italiano di estrema destra rischia il processo per aver rifiutato di far sbarcare i migranti

Il Consiglio delle organizzazioni somale, che lavora con le comunità somale in tutto il Regno Unito, ha condannato l’omicidio, affermando che è stato “un insulto a tutti i nostri valori e alla nostra stessa società democratica”.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x