Meloni dice che l’Ucraina può contare sull’Italia – il mondo

ROMA: Dopo aver vinto un’elezione apparentemente intenzionata a insediare a Roma un governo scettico dell’Ue, il leader di estrema destra, Giorgia Meloni, ha affermato che l’Ucraina può contare sul sostegno dell’Italia nella sua guerra con la Russia.

“Sai che puoi contare sul nostro sincero sostegno alla causa della libertà del popolo ucraino. Sii forte e mantieni salda la tua fede!”, ha twittato Meloni in inglese al presidente Volodymyr Zelensky martedì sera.

Stava rispondendo a una lettera inviata da Zelensky in cui si congratulava con lei per la storica elezione tenuta dal partito postfascista Fratelli d’Italia nel voto di domenica, rendendola la favorita per diventare il prossimo primo ministro.

Apprezziamo il continuo sostegno dell’Italia all’Ucraina nella lotta contro l’aggressione russa. Contiamo su una proficua collaborazione con il nuovo governo italiano”.

Il primo ministro italiano uscente Mario Draghi è stato uno dei maggiori sostenitori delle sanzioni dell’UE contro la Russia sull’Ucraina e la Roma ha inviato armi per aiutare Kiev.

Nonostante il suo scetticismo sull’Unione Europea, Meloni ha fermamente sostenuto la posizione di Draghi, ma i suoi alleati nel governo, il leader della Lega di estrema destra Matteo Salvini e l’ex primo ministro Silvio Berlusconi, hanno da tempo buoni rapporti con Mosca.

L’ufficio di Draghi mercoledì ha smentito una notizia del quotidiano La Repubblica secondo cui avrebbe garantito agli alleati europei dell’Italia che il governo guidato da Meloni non avrebbe rappresentato una svolta radicale.

Ha detto che Draghi ha detto ai leader di Francia, Germania e Unione Europea che Meloni aveva accettato di continuare a sostenere l’Ucraina, impegnandosi nel ruolo dell’Italia nella NATO e tenendo sotto controllo il debito pubblico.

READ  Scopri 5 esperienze da non perdere

Questi tre punti sono coerenti con le dichiarazioni pubbliche di Meloni, ma l’ufficio di Draghi ha negato qualsiasi accordo con il leader di estrema destra – con il quale si diceva fosse d’accordo – o offerto garanzie.

La Russia emette un nuovo allarme nucleare alla fine del controverso referendum in Ucraina

“Il Primo Ministro è in contatto regolare con gli interlocutori internazionali per discutere le questioni chiave all’ordine del giorno e rimane impegnato per una transizione ordinata”, ha affermato un portavoce.

Draghi – da ex capo della Banca centrale europea che intrattiene buoni rapporti con molti leader mondiali – ha già generalmente cercato di rassicurare gli alleati sulla possibilità di un governo di estrema destra a Roma.

“Nei prossimi anni l’Italia continuerà a ricoprire il ruolo di paladina della vita europea, vicina agli alleati della Nato, aperta all’ascolto e al dialogo, e intenta a contribuire alla pace e alla sicurezza internazionale”, ha detto all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite a New York in passato. settimana.

Meloni ha anche risposto alle congratulazioni del premier polacco Mateusz Morawiecki, twittando: “Difendiamo insieme i nostri valori comuni e la sicurezza europea”.

In risposta alle congratulazioni del nuovo primo ministro britannico Liz Truss, si è detta “pronta a collaborare con voi e il vostro governo per la libertà, la democrazia, la sicurezza e la prosperità delle nostre nazioni”.

Melania Cocci

"Pioniera degli zombi. Fan della tv esasperante e umile. Lettore. Creatore. Giocatore professionista."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x