Novak Djokovic Olimpiadi di Tokyo – TSN.ca

TOKYO – Novak Djokovic sa quanto gli sia vicino.

Non solo per aver creato la storia ed essere diventato il primo uomo a ottenere un oro Slam vincendo tutte e quattro le major di tennis e una medaglia d’oro olimpica individuale nello stesso anno.

Certamente è quello che ha in mente Djokovic quando si iscrive al torneo olimpico, che inizia sabato.

Ma è il più grande prodotto finale che sarebbe il risultato di un’impresa così importante: superare Roger Federer e Rafael Nadal per diventare il più grande tennista di sempre.

Il gol è così grande che Djokovic non vuole nemmeno pensare alle conseguenze.

“Non voglio essere parte della discussione. Non voglio essere paragonato a nessuno”, ha detto giovedì il serbo di punta.

“So che ci sono molte cose in gioco. So che è in gioco la storia. Sono fortunato e motivato ad essere in questa posizione. Ho lavorato duramente per essere qui. Djokovic ha aggiunto… ma parliamo di storia se tutto va bene qui.” “Ora tutto il focus è sulla prossima sfida.”

Il dibattito è finito in Serbia.

Il capo della delegazione del Comitato Olimpico, Natasha Jankovic, ha presentato Djokovic alla conferenza stampa della squadra come “il tennista di maggior successo di sempre”.

Vincendo Wimbledon questo mese, Djokovic ha eguagliato Federer e Nadal per il suo 20° titolo del Grande Slam, dopo aver aperto l’anno con vittorie agli Australian Open e agli Open di Francia. È l’unico di loro a vincere due volte tutti e quattro gli Slam. È l’unico a detenere tutti e quattro i titoli principali contemporaneamente, cosa che ha fatto alla fine del 2015 e all’inizio del 2016.

READ  Trump: La chiave del successo repubblicano è più Trumpismo

L’unico tennista a vincere il titolo del Golden Slam è stato Steffi Graf nel 1988.

“Non sono in contatto con Stevie, ma se riesco a mettermi in contatto con lei, sarei felice di chiederle come ha fatto”, ha detto Djokovic, ricordando come ha lavorato brevemente con il marito di Graf, Andre Agassi.

“Quando ci stavo pensando (Golden Slam) non pensavo che sarebbe stato realizzabile. Ma al momento mi sembra più realistico. Ovviamente questo è uno degli obiettivi e dei sogni”.

Ciò che rende le cose più chiare per Djokovic è che né Federer né Nadal giocano a Tokyo.

Ma questo è stato anche il caso degli US Open dello scorso anno, dove Djokovic è stato squalificato per aver colpito inavvertitamente un giudice di linea alla gola con la palla.

“Non ho visto molti grandi tornei negli ultimi 15 anni senza Roger e Rafa”, ha detto Djokovic. “Quindi è un po’ strano, a dire il vero, perché sono abituato a vederne almeno uno”.

Djokovic aprirà contro la 139a testa di serie Hugo Delin della Bolivia sul cemento dell’Ariac Tennis Court.

La metà dei primi 10 uomini non è a Tokyo, assenti per vari motivi anche Dominic Thiem, Matteo Berrettini e Denis Shapovalov.

“Ma alcuni dei migliori giocatori del mondo sono ancora qui”, ha detto Djokovic. (Daniel) Medvedev, (Stefanos) Tsitsipas, (Alexander) Zverev, (Andrey) Rublev. Questi sono gli uomini che sono 6-7 nel mondo e sono i più grandi favoriti per vincere una medaglia”.

Djokovic aveva pubblicamente considerato di non partecipare alle Olimpiadi, avendo vinto una medaglia di bronzo ai Giochi di Pechino del 2008.

READ  La Marina americana afferma di aver sparato colpi di avvertimento alle navi iraniane nel Golfo Notizie dal Medio Oriente

Alla fine, il suo desiderio di rappresentare la Serbia e realizzare qualcosa di unico era troppo grande.

“È l’evento sportivo più speciale e storico nella storia dello sport”, ha detto Djokovic delle Olimpiadi. “Rappresentare il proprio Paese e far parte di una squadra collegiale è qualcosa che apprezzo. È qualcosa che personalmente mi incoraggia e mi dà molta fiducia e grande energia per le mie prestazioni personali”.

___

Altre Olimpiadi AP: https://apnews.com/hub/2020-tokyo-olympics e https://twitter.com/AP_Sports

___

Andrew Dampf è su https://twitter.com/AndrewDampf

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x