Rafael Nadal si ritira dall’Open di Francia: il Paris piangerà per aver perso il proprio – I fan dell’Open d’Italia reagiscono alla notizia

Rafael Nadal si ritira dall’Open di Francia: il Paris piangerà per aver perso il proprio – I fan dell’Open d’Italia reagiscono alla notizia

Il re è morto, da quanto tempo è il re?

La frase è metaforica e drammatica per molti versi, ma la notizia che il miglior tennista maschile di tutti i tempi, Rafael Nadal, quest’anno non si presenterà al Roland Garros ha sconvolto tutto il mondo del tennis e ha aperto le porte a un evento raro . Un nome diverso per la collana La Coupe des Mousquetaires di Aloft nel 2023.

L’annuncio del 14 volte campione in conferenza stampa tenutosi giovedì pomeriggio presso la sua accademia a Maiorca è molto importante su più livelli.

Roland Garros

Chet è stato sollevato nel vedere Nadal confermare il suo desiderio di giocare

5 ore fa

Per alcuni questo era previsto, mentre altri speravano solo che il 22 volte vincitore principale trovasse un modo per onorare ancora una volta Court-Philippe Chatrier. Il 36enne deve ancora battere il tempo nella sua corsa per essere in forma in tempo per giocare nella capitale francese questa volta e la notizia ha sollevato altre domande.

È praticamente l’ex Apocalypse # 1? Giocherà ancora negli stadi di Parigi? Cosa significa questo per le corse del Grande Slam e chi ci guadagnerà al Roland Garros quest’anno, ora che il re della terra battuta si è dimesso e non sarà nel suo regno per la prima volta dal 2004?

Paul Hassall è sceso sul terreno del Foro Italico e ha raggiunto la Spagna per valutare la reazione.

———

Un collage scuro di nuvole grigie aleggiava minaccioso sul Foro Italico giovedì ed era emblematico dell’umore della Roma dentro e fuori dal campo in questo momento.

C’è un’ovvia tristezza a parte lo sport poiché un’enorme percentuale della popolazione è stata gravemente colpita dalle inondazioni in Emilia-Romagna. Prima di ogni partita del torneo in programma è stato osservato un minuto di silenzio in segno di solidarietà e in onore della memoria delle persone che purtroppo hanno perso la vita.

Per quanto riguarda il tennis, c’è stato anche un tono cupo in quanto tifosi, giornalisti e giocatori erano ancora nei rispettivi sorteggi, reagendo alla notizia dell’assenza di Nadal dal torneo Roland Garros di cui è stato sinonimo negli ultimi 20 anni.

READ  Majid Al Futtaim intende commercializzare nella regione i prodotti italiani Poltrona Frau

La conferma è arrivata all’interno del campo centrale negli ultimi istanti del primo set della vittoria di routine di Daniil Medvedev sul tedesco Yannick Hanfmann. Il russo era in uno stato irrefrenabile, ma la sala stampa era piena di giornalisti incollati ai loro telefoni, che guardavano il live feed di Nadal che annunciava che avrebbe eliminato il suo torneo del Grande Slam preferito.

Intorno agli stadi, c’era un’attenzione simile agli eventi altrove nelle Isole Baleari e non è stato difficile trovare tifosi di Rafa nonostante la sua assenza, con il 10 volte campione qui ovviamente vicino ai loro cuori.

Fabio Perfederici, nato a Roma, è stato un giocatore fisso del Foro Italico nel corso degli anni e ha assistito più volte al trionfo di Nadal.

Ha appreso la notizia guardando Fabio Fognini allenarsi allo Stadio Pietrangeli insieme al figlio Carlo, sfegatato appassionato di tennis e giocatore che sul campo stava anche gareggiando nel torneo U12.

“Tutti amano Rafa qui”, dice l’anziano Perfederici.

“È stato molto triste non vederlo giocare alla Roma quest’anno e ora sappiamo che non ci sarà nemmeno al Roland Garros. L’ho visto alzare il trofeo molte volte negli anni qui. È strano quando non c’è ma dovremo abituarci tutti.

“Oggi il tennis è molto impegnativo dal punto di vista fisico. Il corpo ha bisogno di riposo e negli anni Rafa ha sofferto molto”.

“Non sarebbe lo stesso senza Rafa” – Corretja sul ritiro di Nadal dal Roland Garros

Carlo è cresciuto come tifoso di Nadal e ha disegnato il suo diritto sinistro sullo spagnolo. Ha aggiunto: “Sono troppo giovane per ricordare un periodo prima di Nadal. È sempre stato qualcuno che ho visto vincere a Roma e al Roland Garros.

“È una notizia deludente e dobbiamo solo sperare che possa giocare l’intera stagione 2024 per salutarlo con stile. Ora è tempo che qualcun altro vinca entrambi i campionati. È strano ma emozionante allo stesso tempo”.

C’era una tristezza palpabile anche in Spagna, mista alla convinzione che la strada fosse ora aperta per Carlos Alcaraz per continuare a sventolare la bandiera del loro paese e rivendicare il suo primo Open di Francia – e il secondo titolo importante – nella sua carriera alle prime armi.

“Paris e Nadal sono come una cosa sola”, ha detto Ana Valeria Reyes, corrispondente da Valencia che scrive anche per Hispanic Sports. “La sua perdita è delicata e difficile da accettare. Per anni, ha dato la priorità al Roland-Garros rispetto a qualsiasi altro torneo del calendario, ed è meraviglioso e magico che sia riuscito a vincerlo nonostante gli infortuni.

Mentre la terra rossa di Parigi piange per la sua perdita, Djokovic ha le carte in regola per diventare il vincitore del Grande Slam, sempre che la nuova generazione lo consenta.Il serbo deve ancora brillare sulla terra battuta e i giovani hanno l’opportunità di lasciare un segno importante.

Alcaraz parteciperà al suo primo torneo importante come numero uno al mondo e, sebbene possa essere sotto pressione, potrebbe anche essere un momento importante per lui.Holger Rohn e Stefanos Tsitsipas proveranno lo stesso senso di opportunità.

“Paris ora chiede in lacrime un nuovo vincitore, ma Rafa sarà sempre il re”.

La reazione dal punto di vista francese è stata altrettanto sconvolgente, e il giornalista de L’Equipe Quentin Moinet si è preso il tempo di coprire l’evento – e questa storia su Nadal – per darci un’idea.

“Può sembrare estremo, ma penso che si possa dire che Rafael è più importante del Roland Garros in un certo senso”, ha detto durante una conversazione all’Open Press Room di Roma.

“Non si vedono molte statue di giocatori in nessuno sport fuori dal campo mentre stanno ancora giocando. Questa è una vera affermazione dell’impatto che il tennis ha avuto sul nostro paese e sullo sport nel suo insieme.

READ  Jamal Musiala: Chi vincerà la battaglia internazionale per il giovane Bayern?

“È divertente perché non credo fosse apprezzato dai tifosi francesi nei primi anni in cui vinceva. In Francia a volte ci piace il perdente ed è stato molto bravo su Chatrier, anche con Roger Federer”.

Ma nel corso degli anni l’apprezzamento e l’adorazione sono cresciuti. C’è stato un anno che ricordo con le lacrime agli occhi dopo un altro titolo e il fatto che fosse un tesoro assoluto per il pubblico francese una volta per tutte.

“Ora, abbiamo tutti paura che possa essere così. Vuole tornare e giocare di nuovo nel 2024 e spero che possa farlo in modo che possa dire addio come si deve.

“Conoscendo Rafael, non sarebbe una sconfitta nemmeno al primo turno. Non scommetteresti su di lui nel 2024 se fosse in forma, ma non c’è dubbio che il torneo di quest’anno sarà strano senza di lui.

“Ero nervoso” – Skate è sollevato Nadal non si è ritirato dopo l’annuncio del Roland Garros

“È difficile da sopportare per tutti noi. Ol Roger (in pensione) e ora Rafa sembra non esserci più. Il mondo del tennis è quasi finito!”

La reazione dei giocatori ancora impegnati a Roma sarà considerata e formulata con cura, con elogi per i risultati di Nadal che coprono i pensieri non detti che ora avranno le migliori stelle del tour; Che l’Open di Francia di quest’anno è aperto ea portata di mano.

Come diceva uno dei club di Rafael Nadal, il Roland Garros senza Nadal sarebbe come i Rolling Stones senza Mick Jagger.

Beh, ahimè, stiamo per scoprire che aspetto ha e come si sente… Guarisci presto, Rafa.

– – –

Trasmetti in streaming gli Open di Francia in diretta Scopri +l’app Eurosport e su eurosport.com

Roland Garros

ESCLUSIVO: Corretja “si sente vuoto” dopo che Nadal si è ritirato dagli Open di Francia

7 ore fa

Roland Garros

“Molto doloroso e triste” – Alcaraz rende omaggio a Nadal dopo il ritiro dal Roland Garros

7 ore fa

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x