Takeaway dal dossier Mar-a-Lago del tribunale interno e del dipartimento di giustizia di Trump

Il nuovo deposito ha rivelato i nomi degli ex giudici e di un avvocato che ha suggerito alle due parti di essere un capo speciale: l’avvocato di terze parti che esamina i documenti. I candidati portano alcune esperienze interessanti sul tavolo: uno è stato coautore di un rapporto che sfata le bugie delle elezioni di Trump del 2020, un altro è stato coautore della controversa sorveglianza di uno dei suoi aiutanti nella campagna di Trump del 2016.

Il giudice distrettuale degli Stati Uniti Eileen Cannon dovrà determinare il percorso da seguire nella battaglia legale che potrebbe determinare fino a che punto il Dipartimento di Giustizia può procedere con le sue indagini su come i documenti della Casa Bianca siano finiti a Mar-a-Lago.

Combatti per l’eccellenza esecutiva

Il team di Trump richiede una revisione indipendente ampliata, per filtrare i documenti che hanno il privilegio avvocato-cliente o che rientrano nel privilegio esecutivo.

I pubblici ministeri federali non vogliono una revisione dei privilegi esecutivi e non vogliono che il tutor privato veda nemmeno nessuno degli oltre 100 documenti riservati sequestrati a Mar-a-Lago.

I pubblici ministeri affermano anche che il maestro speciale deve “presentare alla NARA”, la National Archives and Records Administration, tutti i documenti che Trump afferma sono sotto il privilegio esecutivo e consultare l’agenzia “sull’identificazione dei documenti presidenziali”. (NARA in precedenza aveva negato le pretese di privilegio esecutivo di Trump per i materiali, compresi i documenti riservati, che alla fine ha consegnato volontariamente a gennaio.)

Nel frattempo, gli avvocati di Trump vogliono che il signore speciale esamini “tutti i materiali sequestrati”, compresi i documenti riservati.

Vogliono anche che il tutor privato “valuti le potenziali richieste di privilegi esecutivi” nei documenti. Dissero che non c’era motivo per l’educatore speciale di “o bisogno” di consultare NARA su qualsiasi cosa.

READ  L'Arabia Saudita rifiuta il rapporto dell'intelligence statunitense sull'uccisione di Khashoggi | Notizie di Jamal Khashoggi

Candidati di punta speciali del Ministero della Giustizia

Thomas Griffiths ha prestato servizio presso la prestigiosa Corte d’Appello del Circuito DC dal 2005 al 2020. In una delle sue ultime importanti sentenze prima del pensionamento, ha scritto un’opinione di maggioranza respingendo l’offerta dei Democratici della Camera di citare in giudizio Don McGahn, l’ex consigliere della Casa Bianca di Trump. (La decisione è stata successivamente ribaltata.)

Dal suo ritiro, Griffiths è coautore di un rapporto insieme ad avvocati e altri importanti funzionari conservatori che smascherano le bugie di Trump sulla massiccia frode nelle elezioni del 2020. Ha anche pubblicamente appoggiato la nomina del presidente Joe Biden di Kitanji Brown Jackson a far parte della Corte Suprema.

Barbara Jones, ex procuratore federale e giudice in pensione che è stata professoressa privata in diverse recenti indagini di alto profilo.

Era una professoressa privata che esaminava i materiali sequestrati durante il raid dell’FBI nella casa e nell’ufficio di Rudy Giuliani nell’aprile 2021. Era anche una professoressa privata sul caso Michael Cohen, assicurandosi che gli investigatori non cancellassero alcun documento che era un avvocato e cliente privilegiato .

Dalla squadra di Trump

Paul Hawk Jr., che ora ha il suo studio legale, è stato partner dello studio legale Jones Day, che ha rappresentato la campagna di Trump nel 2016.

Hack ha anche lavorato in precedenza come vice procuratore generale per la Florida e come consigliere generale dell’ex governatore della Florida Charlie Crist, poi repubblicano e ora candidato democratico per il governatore della Florida.

Tuttavia, c’è una potenziale complicazione: Chris Case, l’attuale avvocato di Trump, ha anche lavorato con Crist e ha interferito con Hack.

READ  Michael Avenatti si dichiara colpevole di aver rubato milioni di dollari ai clienti

Raymond Derry è giudice federale a New York dal 1986. Si è ritirato nel 2011 ed è ora un giudice di circoscrizione senior.

Derry ha anche prestato servizio per sette anni presso il Foreign Intelligence Surveillance Court degli Stati Uniti, o il Foreign Intelligence Surveillance Act Court. È stato uno dei giudici che ha accettato la richiesta dell’FBI e del Dipartimento di giustizia di monitorare Carter Page, il consigliere per la politica estera della campagna di Trump, nell’ambito di un’indagine federale sull’eventuale interferenza della Russia nelle elezioni del 2016.

Quanto durerà questa recensione?

Ci sono molti documenti da rivedere da Mar-a-Lago e il team di Trump non ha fretta. Suggerirono che al maestro speciale fossero concessi 90 giorni per completare il suo lavoro.

Il Dipartimento di Giustizia vuole agire più rapidamente e suggerisce di completare la revisione entro il 17 ottobre.

Storicamente, Trump non ha esitato a esaurire le sue opzioni legali e potremmo finire per vedere i ricorsi arrivare alla Corte Suprema. In effetti, il Dipartimento di Giustizia ha impugnato la sentenza originale di Cannon chiedendo il signor Special.

Chi riceve il conto?

Qualcuno deve pagare il tempo e le risorse del maestro speciale e nessuno si offre di riscuotere l’assegno per intero.

Gli avvocati del Dipartimento di Giustizia hanno detto a Cannon che credono che Trump dovrebbe pagare tutto perché è lui a “chiedere Mr. Special”.

Gli avvocati di Trump suggeriscono che i costi sostenuti dal padrone privato di Mar-a-Lago dovrebbero essere “divisi equamente” tra lui e il governo degli Stati Uniti.

Il team di Trump solleva indirettamente la possibilità di declassificare i documenti

Il team di Trump ha affermato che il Dipartimento di Giustizia “presuppone erroneamente” che i documenti vengano etichettati per sempre se portano hashtag.

READ  Il giudice lancia un accordo da $ 4,5 miliardi per proteggere la famiglia Sackler di Purdue dalle accuse di oppioidi

Più di 100 documenti con hashtag di Mar-a-Lago sono stati sequestrati durante una perquisizione dell’FBI all’inizio di agosto.

“La loro posizione presuppone erroneamente che se un documento ha un hashtag, rimarrà segreto per sempre”, afferma il deposito, spiegando la posizione di Trump sulla questione.

Il loro commento solleva lo spettro che parte del materiale sequestrato a Mar-a-Lago possa essere declassificato, anche se contiene hashtag.

Trump e i suoi alleati hanno pubblicamente affermato di aver emesso un ordine generale per declassificare molti dei materiali in questione. Lo aveva riferito in precedenza la CNN 18 Ex funzionari dell’amministrazione Trump Credono che l’affermazione sia falsa e gli avvocati di Trump non hanno fatto questa affermazione in tribunale, dove ci sono conseguenze legali per mentire.

Qual è il prossimo?

Canon ha alcune decisioni difficili da prendere, con l’intero Paese sotto controllo.

Nella sua decisione iniziale sulla festa del lavoro, ha indicato che avrebbe agito rapidamente, ma per ora non c’è una scadenza ufficiale.

Intanto il Ministero della Giustizia Fa ricorso contro la sua sentenza originaria all’Undicesima Corte d’Appello del Circuito degli Stati Uniti. Allo stesso tempo, il Ministero della Giustizia ha chiesto a Canon di farlo riconsiderando ordinare e consentirgli di continuare a esaminare i documenti sequestrati ai fini dell’indagine penale e del controllo dell’intelligence. Cannon ha chiesto a Trump di rispondere entro lunedì alle 10:00 ET.

Hana Rabinovich, Laura Smitherman, Kara Scannell, Evan Perez e Shauna Meiselle della CNN hanno contribuito a questo rapporto.

Sergio Venezia

"Fanatico del web. Aspirante evangelista del bacon. Appassionato di musica esasperatamente umile. Lettore estremo. Pensatore amichevole. Pioniere televisivo."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Read also x