Zinedine Zidane: Cosa gli ha detto Marco Materazzi nella finale dei Mondiali 2006?

La finale dei Mondiali 2006 è una partita che chi l’ha vista dal vivo non dimenticherà.

Italia e Francia si sono affrontate testa a testa nella partita più importante del calcio, con la prima che alla fine ha vinto ai rigori dopo un pareggio per 1-1.

La partita in sé non è stata delle più emozionanti in generale, ma probabilmente contiene il momento più controverso nella storia del più grande torneo sportivo.

Zinedine Zidane – che aveva segnato un rigore impressionante in precedenza dal Panenka – è stato espulso ai supplementari per aver piantato la testa nel petto del difensore italiano Marco Materazzi.

L’arbitro in realtà non lo ha visto, ma dopo essersi consultato con gli ufficiali fuori dal campo, non ha avuto altra scelta che licenziare il capitano francese.

Il filmato dell’incidente rimane ancora aperto quasi 15 anni dopo, un momento di follia che è stato l’ultimo atto di Zidane come giocatore.

Allora cosa stava dicendo in realtà Materazzi per far infuriare l’icona francese? Per anni si è creduto che avesse insultato la madre di Zidane, ma l’italiano ha negato le accuse nel 2017.

“Mia madre è morta quando avevo 15 anni e non l’avrei mai insultato”, ha detto Materazzi. “Ho parlato di sua sorella.”

Ma cosa ha detto esattamente della sorella di Zaidan? Ebbene, nel maggio 2020, abbiamo finalmente appreso la verità dall’uomo stesso.

Materazzi ha risposto alle domande durante una sessione live su Instagram e, come previsto, è venuto alla luce l’incidente della finale di Coppa del Mondo 2006.

Come citato prima Calcio ItaliaEcco cosa ha detto l’ex difensore dell’Inter …

READ  Mercato subito! Renault, Mauro e Chico power

“Il colpo di testa di Zidane ha annuito? Non me lo aspettavo in quel momento”, ha detto Materazzi. “Sono stato abbastanza fortunato che l’intero episodio mi abbia sorpreso perché se mi aspettavo che succedesse qualcosa del genere ed ero pronto, sono sicuro che entrambi finiremmo per essere cacciati.

“C’erano pochissimi contatti tra noi in area. Ha segnato un gol per la Francia nel primo tempo e il nostro allenatore (Marcelo Lippi) mi ha detto di guardarlo. Dopo quel primo combattimento tra noi, ho chiesto scusa ma ha reagito male.

Interferenze ritardate, litigi e scambi sono durati fino a 110 minuti, quando le cose hanno raggiunto il culmine.

Dopo il terzo confronto, aggrottò la fronte e rispose: “Ti darò la mia maglietta più tardi. Ho risposto che avrei preferito avere sua sorella sulla sua maglietta “.

Quindi sono state le parole di Materazzi a far vedere rosso a Zidane quando il mondo intero osservava ogni sua mossa.

L’ultimo momento della famosa carriera del centrocampista è stato sicuramente memorabile, ma non nel modo giusto …


News Now – Notizie sportive

Cinzia Necci

"Professionista di musica estrema. Twitter geek. Aspirante fanatico di viaggi. Nerd appassionato di alcol."

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Read also x