― Advertisement ―

spot_img
HomeTop NewsIndia e Italia firmano un accordo di partenariato sulla mobilità e sulla...

India e Italia firmano un accordo di partenariato sulla mobilità e sulla migrazione per la circolazione di lavoratori, studenti e professionisti

India e Italia hanno firmato l’accordo di partenariato sulla mobilità e sulla migrazione per consentire la circolazione senza soluzione di continuità di lavoratori, studenti e professionisti dopo che il ministro degli Affari esteri S Jaishankar ha tenuto un incontro completo e fruttuoso con il suo omologo Antonio Tajani.

Il signor Jaishankar è a Roma per l’ultima tappa della sua visita di quattro giorni in Portogallo e Italia.

“Incontro completo e produttivo questa sera con il vice primo ministro e ministro degli Esteri @Antonio_Tajani”, ha pubblicato Jaishankar su Twitter dopo l’incontro.

“Abbiamo parlato di approfondire il nostro partenariato strategico. Abbiamo concordato sulla necessità di esplorare il potenziale nella tecnologia agricola, nell’innovazione, nello spazio, nella difesa e nel campo digitale”, ha scritto sul sito web di X.

I due leader hanno parlato in dettaglio della situazione nell’Asia occidentale, del conflitto in Ucraina e della situazione nella regione dell’Indo-Pacifico.

“Apprezzo il sostegno dell’Italia alle nostre iniziative e alla presidenza del G20”, ha affermato Jaishankar.

Ha aggiunto: “L’accordo di partenariato sulla mobilità e la migrazione e il programma di scambi culturali sono stati firmati al termine delle nostre discussioni”.

La comunità indiana in Italia è stimata in circa 1.80.000 persone ed è la terza comunità indiana più grande d’Europa dopo Regno Unito e Paesi Bassi. Come immigrati di prima generazione, la maggior parte di loro lavora in settori economici come l’agricoltura, l’allevamento di prodotti lattiero-caseari, la lavorazione del cuoio, l’edilizia e il settore dei servizi.

Hai esaurito il limite degli articoli gratuiti. Per favore, sostenete il giornalismo di qualità.

Hai esaurito il limite degli articoli gratuiti. Per favore, sostenete il giornalismo di qualità.

Questo è il tuo ultimo articolo gratuito.